045 574659 e solo per urgenze 3484052969

ENDOSCOPIA APPARATO DIGERENTE

In COSA CONSISTE

Oggigiorno sempre più cani e gatti sono affetti da sintomi gastroenterici quale vomito, diarrea, ma anche inappetenza e dimagrimento. In alcuni casi, purtroppo questi sintomi possono diventare cronici e ripresentarsi nel tempo ed i continui cambi di dieta spesso tentati dal proprietario possono complicare il quadro. L'unico modo per risolvere il problema è affrontarlo mediante un iter diagnostico rigoroso che prevede di escludere le cause parassitarie, batteriche e le allergie alimentari.

L’esame endoscopico rappresenta un ausilio diagnostico importante in tutti i casi cronici perchè permette di evidenziare direttamente la superficie mucosale di stomaco ed intestino permettendo di:
1) identificare le alterazioni morfologiche macroscopiche (edema, ulcere, foci chilosi)
2) raccogliere campioni bioptici adeguati da destinarsi all’esame cito/istopatologico
3) asportare corpi estranei ingeriti
4) applicare sonde che consentano alimentazione enterale adeguata (PEG)
5) asportare masse e/o lesioni polipoidi mediante tecnica di polipectomia
La procedura viene eseguita mediante sonde flessibili di dimensioni diverse ma adeguate alla taglia del paziente in esame

IBD MALATTIA INTESTINALE INFIAMMATORIA

IBD è l'acronimo di (Infiammatory Bowel Desease) ovvero malattia intestinale infiammatoria. E' una malattia (di cui non si conosce la causa) che puo' colpire i diversi tratti dell'apparato gastroenterico ed è caratterizzata da un disordine immunomediato nei confronti di fattori ambientali come alimenti o batteri contenuti nell'intestino. Questo si traduce con l'infiltrazione della parete intestinale da parte di cellule infiammatorie responsabili di sintomi come vomito, dimagrimento, diarrea. La diagnosi definitiva si effettua mediante esame endoscopico e biopsia.

La terapia è complessa e richiede una gestione accorta e continuativa del paziente mediante la somministrazione di trattamenti farmacologici che possono comprendere antibiotici, immunomodulatori, probiotici e mediante accorgimenti dietetici.

 

Share by: